BIKERSINASCE

Forum gratis : Un gruppo di amici con la passione della MOTO e dello stare insieme per percorrere le strade della ns. bella Italia e non solo.
 
IndiceIndice  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  GruppiGruppi  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  

Condividere | 
 

 Ferie e permessi non goduti cosa dice la legge

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Peterhansel
Admin
avatar

Messaggi : 429
Data d'iscrizione : 06.08.14
Età : 59
Località : Roma

MessaggioTitolo: Ferie e permessi non goduti cosa dice la legge   Mar 4 Ago 2015 - 17:40

Sembra incredibile, soprattutto con l’estate alle porte, eppure sono tanti i lavoratori dipendenti che accumulano ogni anno giorni di ferie e permessi non goduti e che sono “costretti”, su richiesta del loro datore di lavoro, a smaltirli entro un certo periodo. Ma come bisogna comportarsi con ferie e permessi non goduti? Entro quando prenderli e soprattutto, se non si prendono, vengono pagati?

Proviamo a fare un po’ di chiarezza.

Cosa sono le ferie per legge

Ferie e permessi sono un diritto irrinunciabile del lavoratore sancito già nella nostra Costituzione dall’articolo 36, ribadito dall’articolo 2109 del Codice Civile e regolato dl D.Lgs n.66/2003 e D. Lgs 213/2004. Ogni anno il lavoratore ha diritto a un minimo di 4 settimane l’anno che può variare a seconda del CCNL, ma che in ogni caso non può diminuire.

Di queste quattro, due devono essere godute entro l’anno di maturazione (esempio: se hai iniziato nel febbraio 2015, l’anno si chiude il 31 dicembre 2015), le altre entro i 18 mesi successivi al termine dell’anno di maturazione. Esempio: se hai iniziato a lavorare nel febbraio 2013, dovrai usufruire di queste ferie entro il 30 giugno di quest’anno.


Ferie non godute: come funziona

Mettiamo il caso che tu però non abbia pianificato nessuna vacanza da qui all’estate, che l’azienda non chiuda e che invece queste ferie preferiresti fartele pagare anziché prenderle.

Per la legge, tranne qualche sentenza della Cassazione che rappresenta un unicum, le ferie non possono essere pagate finché stai lavorando con quell’azienda o datore di lavoro.

I decreti legislativi di cui sopra parlano chiaro: c’è l’espresso divieto di monetizzazione durante il rapporto di lavoro. Perché? Per difendere il sacrosanto diritto alla salute del lavoratore che dunque necessita di ferie per ricaricarsi, stare con le propria famiglia e magari… vivere. Pensa se fosse possibile il contrario: quante aziende preferirebbero pagare i propri dipendenti pur di non fermare una produzione urgente?

C’è però un però: se ti sta per scadere un contratto a tempo determinato, puoi anche decidere di non godere delle ferie che hai a disposizione perché in quel caso, allora sì, ti verranno pagate, idem se dai le dimissioni o purtroppo sarai licenziato.
Altro caso di monetizzazione: se fai periodi superiori al minimo di quattro settimane ed è previsto dal CCNL.

Se per qualche motivo non riesci comunque a godere delle ferie previste entro il periodo massimo succedono sostanzialmente due cose: i datori di lavoro devono versare obbligatoriamente i contributi relativi al compenso che spetta per le ferie non godute, aggiungendo aggiungendo inoltre un compenso che corrisponde alla retribuzione del mese successivo a quello di scadenza delle ferie, ad esempio il mese di luglio.
Devono mettersi in regola entro il 16 agosto di quest’anno. Ecco perché le aziende, in casi come questo, tendono a fare smaltire le ferie. Inoltre, le aziende che non riescono a fare rispettare le ferie incorrono in sanzioni che vanno da 100 euro a 4500 euro a seconda di quanti lavoratori interessi la violazione.

Le ferie non godute scadono?

Le ferie non scadono, ma possono essere godute successivamente dal lavoratore in base agli accordi con le aziende o saranno pagate al termine del contratto di lavoro e comunque, come dimostra una sentenza della Cassazione, non possono essere tassate. Ovvio che per i motivi di cui sopra tutti i datori di lavoro tendono a fare smaltire le ferie nel periodo massimo previsto.

Permessi non goduti

I permessi sono cosa differente dalla ferie. Se non li utilizzi entro l’anno in cui li hai maturati decadono. Tuttavia, esiste una sorta di proroga: possono essere utilizzati fino alla scadenza del 30 giugno dell’anno successivo. Per esempio: i permessi maturati l’anno scorso vanno utilizzati entro la fine di giugno 2015. Se per qualche motivo non dovessi riuscire a prenderli ti saranno pagati.

Ferie e permessi non goduti: chi decide

A decidere delle ferie, stando all’articolo 2109 del Codice Civile è il datore di lavoro che deve tenere in conto l’organizzazione e l’esigenza della sua azienda ma anche gli interessi del lavoratore arrivando così a una scelta equa che tenga in considerazione le esigenze di entrambi. Insomma, un datore di lavoro non può decidere arbitrariamente e deve comunque garantire delle settimane di ferie previste che almeno 2 siano di fila per “garantire il giusto riposo”.

Il che vuol dire che se hai tanti giorni da smaltire e anche ore, sebbene il datore di lavoro prema perché tu li prenda entro il tempo stabilito, deve comunque accordarsi con te. Ti ricordo infatti che il contratto è appunto un contratto, firmato da entrambe le parti.

Consigli

Cosa fare dunque in caso di ferie non godute e permessi non godute da prendere entro breve?

Visto che sai di averli, concorda appena possibile il piano ferie con il datore di lavoro o il responsabile HR i giorni di ferie. In questo modo, starai dando loro la possibilità di organizzarsi per tempo e potrai usufruire di un tuo diritto in maniera più consapevole. Qualora dovessero fare resistenze, ricorda in maniera educata appunto che è un tuo diritto e che le ferie vanno concordate negli interessi dell’azienda ma anche del lavoratore. E, cosa non trascurabile, come precisato dall’articolo 2109 Codice Civile, “devono essere preventivamente comunicate” al lavoratore.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Ferie e permessi non goduti cosa dice la legge
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
BIKERSINASCE :: Leggi e Norme-
Andare verso: